Mooza, la riscossa delle donne imprenditrici

Mooza, la riscossa delle donne imprenditrici

Si scrive Mooza, si pronuncia all’Inglese “Musa” e significa ispirazione. Sto parlando del marketplace dedicato a creativi, designer indipendenti, artigiani, collezionisti vintage e negozi non convenzionali che vogliono ottenere visibilità online senza supportare i costi di avviamento. La regola da rispettare: l’autenticità artigianale e nel lifestyle made in Italy. Il punto di forza: le donne imprenditrici, che rappresentano l’80% dei venditori Mooza.

“Cosa fai nel tempo libero?” “Sono donna imprenditrice”

L’uomo produce in officina o in laboratorio, la donna lavora a maglia o all’uncinetto la domenica; l’orafo trasforma i metalli in gioielli che vengono poi indossati dalla donna; e così via.
Purtroppo, lo stereotipo di genere esiste ancora oggi. Basta tendere l’orecchio per sentire migliaia di storie simili, che parlano di giovani imprenditrici italiane che non vengono prese sul serio, la cui creatività viene sminuita in un semplice “Hai un hobby interessante, ma qual è il tuo vero lavoro?”. A ciò, si aggiunge il retaggio sociale che vede l’artigianato italiano, soprattutto in alcuni settori, come un qualcosa di prettamente maschile.

D’altra parte, i fatti dimostrano esattamente l’opposto. Infatti, secondo un’analisi di Confartigianato del 2019, l’artigianato al femminile mostra un tasso di natalità maggiore rispetto a quello maschile. Al contrario di ciò che pensa la società, è la determinazione che ha portato le  donne imprenditrici d’Italia a essere considerate “le più intraprendenti in Europa”.

La riscossa delle donne imprenditrici

Nel 2019, l’Italia si aggiudica il secondo posto in Europa per numero di imprenditrici e lavoratrici autonome (più di 1,5 milioni). In contrasto, purtroppo, con gli ultimi posti UE se parliamo invece di occupazione femminile e incentivi per conciliare lavoro e famiglia. [fonte: Confartigianato]

Proprio questa disparità nel lavoro ha fatto sì che sempre più donne abbiano deciso di prendere in mano il proprio destino, costruendosi da sole una strada verso il futuro. Intraprendenza, voglia di rivalsa, coraggio e professionalità altamente qualificata. Queste sono le parole chiave che hanno portato al successo tantissime donne imprenditrici, soprattutto sotto i 35 anni.

Le donne imprenditrici di Mooza: Pop Up Makeup
Pop Up Store Make Up

Fondo Impresa Donna, cosa sono gli “incentivi rosa”

L’obiettivo è quello di incentivare l’imprenditoria femminile, supportando quelle che sono competenze e creatività nell’avvio di nuove attività imprenditoriali o nella realizzazione di progetti innovativi. Ciò attraverso contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati.

Il Fondo Impresa Donna parte da un finanziamento iniziale di 40 milioni di euro, ai quali si aggiungono le risorse PNRR, di circa 400 milioni. Parte dell’intervento del Ministero dello sviluppo economico nel Piano nazionale di Ripresa e Resilienza nell’ambito della missione “Inclusione e coesione”, conta quattro categorie beneficiarie: cooperative e società di persone con almeno il 60% di donne socie, società di capitale con quote e componenti del cda per almeno due terzi di donne, imprese individuali con titolare donna, lavoratrici autonome.

Rientrano tra i settori interessati: l’industria, l’artigianato, la trasformazione dei prodotti agricoli, i servizi, il commercio e il turismo, per programmi di investimento da realizzare entro due anni e con un tetto di spese ammissibili fissato a 250.000 € per nuove imprese e fino a 400.000 € per quelle già esistenti.

Le donne imprenditrici di Mooza: Bottegaceleste
Bottegaceleste

Mooza, lo shopping alternativo dalla parte degli artigiani

Nato a novembre 2020, Mooza è un marketplace alternativo per gli amanti dello shopping che cercano qualcosa di originale e diverso dal solito, di buona qualità e a prezzi accessibili. Qui si possono trovare quei piccoli marchi e brand indipendenti, il meglio della creatività italiana nel fashion, beauty, design e lifestyle a tutto tondo.

In pochi mesi, è già attiva una community con più di 1.200 artigiani da tutta Italia, con circa 12.000 prodotti in commercio. La piattaforma promuove il contatto e la vendita diretti con il cliente, al fine di garantire una maggiore visibilità attraverso una nuova vetrina online.

Mooza, inoltre, da ai suoi imprenditori la possibilità di crescere e imparare. Tra i servizi creati a questo scopo, c’è la Mooza Academy, che raccoglie articoli e consigli utili dedicati: e-commerce, tendenze, marketing, consigli su come vendere online e valorizzare il proprio prodotto al meglio, ma anche storie di rinascita e testimonianze di chi ha deciso di fare della creatività una scelta di vita. Un occhio di riguardo va alle donne imprenditrici, che con la loro forza e autenticità sono il cuore pulsante della community.

Le donne imprenditrici di Mooza: Zefiro Jewels
Zefiro Jewels




LEGGI ANCHE: Catcalling: le parole da evitare

Ilaria Icardi
Pazza sognatrice che ama la vita, la moda, il cibo, i viaggi e lo show business. Benvenuti nel mio (caotico) mondo ;) | I'm a crazy dreamer, in love with fashion, life, travels, food and show biz. Welcome to my (cahotic) world ;) Google+

You May Also Like

Leave a Reply