Street unconventional style (street-style, cultura, moda – L’editoriale)

Street unconventional style (street-style, cultura, moda – L’editoriale)

EDITORIALE: STREET UNCONVENTIONAL STYLE
(STREET-STYLE, CULTURA, MODA)

street-style-editorial-19

Moda, ultime tendenze, collezioni, campagne pubblicitarie, stagioni. Prendete questi elementi, mescolateli, fateli a pezzi, rimescolateli, riattaccateli come vi viene e otterrete la formula dello street-style perfetto. Non ci sono regole, dress code, “do” o “don’t”. Lo stile urbano segue una logica tutta sua, fatta di emozioni, stili, culture, modi di essere, in un mix di tutto ciò che è moda, chic o trash che sia.

La domanda è: ma serve? Fa bene a quella che è la “moda convenzionale”, creata dalle riviste e dai designer, con anni di studi e ricerca alle spalle? Certo che sì! Lo street-style, anche il più trash, quello che proprio non si può vedere nemmeno per far passare i postumi della sbornia, è in realtà una ventata d’aria fresca, una controcorrente che scuote la società, che ispira, crea scompiglio, rompe le righe. Sia chiaro, qui non si sta parlando ci classe e savoir faire, o meglio, non solo.

Cos’è lo street-style? Bella domanda. Alcuni direbbero che è quando qualcuno decide di uscire di casa senza guardarsi allo specchio e pretendendo anche di essere figo. Io penso che sia qualcosa di più profondo, un modo per comunicare qualcosa, attraverso colori, stampe, abbinamenti improbabili. “Io sono così, indosso ciò che mi fa stare bene e questo è il mio stile, fatevene una ragione!”

street-style-editorial-35

Lo street-style non è moda e, soprattutto, non passa mai di moda. Street-style significa prendere ciò che il fashion proprone e reinventarlo a proprio gusto, senza stare troppo a pensare se Enzo e Carla approverebbero o meno. Ma allora a che servono le regole? Sono vitali, ma non un dogma. La moda è arte e come tale va presa con creatività, follia e talvolta senza farsi troppe seghe mentali. Non vi sto dicendo di vestirvi da clown sul tappeto rosso nella notte degli Oscar (a meno che non siate davvero un clown chiamato ad animare la serata, ma questa è un’altra storia), o presentarvi a un colloquio di lavoro in mini paillettata e micro top. Il dress code serve a tenere in riga quando necessario, in occasioni particolari e che richiedono una certa etiquette.

Il dress code non è nient’altro che la famosa “divisa”. Fin da piccoli ne sentiamo la necessità per sentirci parte di qualcosa più grande di noi, di un gruppo, della società. Brutti, belli, intelligenti, stupidi. Non importa, potremmo essere anche la perfezione in carne e ossa, ma DOBBIAMO avere la nostra divisa, DOBBIAMO essere fighi, perchè TUTTI, alla fine, abbiamo le stesse insicurezze. Mi ricordo che a scuola ci sono stati momenti dove il mio modo di vestire era un po’ diverso dalla massa e…potete immaginare il risultato -.-” (e ne avrei da raccontare ma passiamo oltre) Essere noi stessi non è un’impresa facile e quella divisa, quel dress code, ci aiuta a integrarci per paura di rimanere soli.

Ripeto, le regole sono da tenere bene a mente per evitare, in modo oggettivo, di essere ridicoli (un conto è dire: “Non mi piace”, “Non è il mio stile”, un altro è uscire con un abito due taglie più grandi o presentarsi a un matrimonio in tuta) e talvolta vorrei non vedere certi orrori (pensate al cibo e a come certe materie prime, anche di pregio, vengano maltrattate e rovinate, da gente che non viuole nemmeno imparare. Ecco, qui è la stessa cosa), ma se seguissimo SEMPRE E SOLO le regole diventeremmo noiosi.

Invece la moda è anche divertimento, inventiva, voglia di comunicare. Prendi le regole e usale come scheletro per trovare il tuo stile, osa! Poi, se non ti piace, SE NON STAI BENE, è ok, ma almeno ci hai provato. Questo è il vero spirito dello street-style.

Qui sotto, una mega gallery con immagini street da tutto il mondo (e tutte le stagioni). Sfido qualcuno a dire: “Questo non va più di moda”. Magari potreste trovare qualche spunto, anche solo in un dettaglio ;)

street-style-editorial-41


EDITORIAL: STREET UNCONVENTIONAL STYLE
(STREET-STYLE, CULTURE, FASHION)

Fashion, last trends, collections, advertising, seasons. take all these elements, crush them, mix and match them together by chance and you’ll obtain the formula for the perfect street-style. No rules, dress codes, “do” or “don’t”. The urban style is unique and it’s made of emotions, styles, cultures, behaviours, a real fashion mix.

The question is: Is it necessary? Is it good for “conventional fashion”, made by designers and magazines, with years of experience? Yes, it is. Even the the trash is a fresh air, which moves the society, inspires people, breaks the boundaries. It’s clear, I’m not only talking about savoir-faire.

What is the street-style? It’s actually a good question. Someone would say that it’s when you dress up and don’t look at yourself in the mirror. I think that it’s a way to communicate something, through colors and prints. “I am what I am, I wear what I want and what let me feel good, that’s my style and you have to get over it!”

Street-style is not fashion and, overall, it will never be out. It means taking what fashion field proposes and reinventing it as you like, without thinking too much to consequences. Then, why there are rules? Because they are important, but not a dogma. Fashion is art and this means to see it with an open, creative and crazy mind. I’m not telling you to dress yourselves like clowns at the Oscars Night (unless you actually are clowns, but that’s another story), or wear a mini skirt and a top at work. Dress code is important in certain occasions.

Dress code is nothing else that a “uniform”. Since kids, we needed to be part of something bigger, a group, the entire society. We all had our uncertainties and we needed to be cool, to have our uniform. Being ourselves is not always the easy part and that dress code help us to not be alone.

As I said, rules are important to avoid, for real, appearing ridiculous. But we have to be more. Fashion is also fun, creativity, need to commiunicate. Take these rules and use them as the structure to find your personal style. Dare! Then, if you don’t like it, that’s ok, but at least you’ve tried. This is the real spirit of street-style.

Here you’ll find a big gallery of street-style from everywhere (and all seasons). Maybe you can find some kind of inspiration, even in a detail ;)

street-style-editorial-43


street-style-editorial-2

⇒ LOOK EXPO 2015 (Gonna con le uova e Superstar per l’Esposizione Universale) ⇐

street-style-editorial-3 street-style-editorial-4

⇒ TOM BOY LOOK PERFETTO PER L’AUTUNNO (e i miei nuovi chelsea boots Deichmann) ⇐

street-style-editorial-5 street-style-editorial-6

⇒ VINTAGE FALL (Gonna plissée Gazèl, camicia giallo ocra e una rosa firmata Braccialini) ⇐

street-style-editorial-7 street-style-editorial-8street-style-editorial-9street-style-editorial-10street-style-editorial-11street-style-editorial-12

⇒ STREET-STYLE SHOCK (Parka e sneakers davvero particolari) ⇐

street-style-editorial-13street-style-editorial-14

⇒ FALL WINTER 2014/15 FASHION TRENDS (in collaborazione con Your Fashion Chic) ⇐

street-style-editorial-15street-style-editorial-17street-style-editorial-18street-style-editorial-16

⇒ JORD WATCH + BABY BLUE (Un look casual, indossando un orologio in legno) ⇐

street-style-editorial-20street-style-editorial-21street-style-editorial-22street-style-editorial-23street-style-editorial-29street-style-editorial-24street-style-editorial-28street-style-editorial-25street-style-editorial-26street-style-editorial-27street-style-editorial-30street-style-editorial-31street-style-editorial-38street-style-editorial-33street-style-editorial-37street-style-editorial-44street-style-editorial-36street-style-editorial-39street-style-editorial-32

[space_40]

Blog-Signature

ULTIME NEWS DA…

DONNA | DIARIO DEL WEB

Starbuck sbarca in Italia (il frappuccino va di moda anche qui)

Allarme meteo? Ecco la soluzione…fashion

H&M X Balmain #HMBalmaination

 W.O.M.A.N. by Patrizia Pepe

Labbra color vinaccia

BIGODINO.IT

5 designer top a Torino


Ilaria Icardi
Pazza sognatrice che ama la vita, la moda, il cibo, i viaggi e lo show business. Benvenuti nel mio (caotico) mondo ;) | I'm a crazy dreamer, in love with fashion, life, travels, food and show biz. Welcome to my (cahotic) world ;) Google+

You May Also Like

3 Comments

  • Elena 19 Ottobre 2015 1:13 PM

    Penso che esista una reciproca influenza fra lo treet style e la moda innovativa. Che bel post!
    Adoro anche le foto :)

    xoxo
    http://www.bellezzefelici.blogspot.com

  • Alessia Milanese 19 Ottobre 2015 7:21 PM

    Una grande fonte di ispirazione!
    Alessia
    new post
    THECHILICOOL
    FACEBOOK
    Kiss

  • Cristina Testani 4 Marzo 2017 11:48 AM

    Bell’articolo, concordo sul fatto che quel che vesti ti deve piacere, e bisogna stare attenti a non ridicolizzarsi! Mi piace la selezione delle foto! Ciao ciao! Buon lavoro!
    Cristina Testani
    http://www.thelifestylepotion.com/

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.